Un cuore di Cream Tart per la Festa della Mamma

di ilfaroonline.it
Cream Tart
Cream Tart

Cucina e Sapori – E’ il momento delle torte artistiche e tra le tante, come la Naked cake (torta nuda) e la Brushstroke cake (torta a pennellate) ce n’è una semplicissima da preparare e azzeccatissima per la Festa della Mamma. E’ la Cream Tart, che tradotto dall’inglese vuol dire Crostata alla crema. Una crostata però destrutturata che cerca l’effetto coreografico e golosissimo nell’estetica. Una torta che stimola prima di tutto il senso della vista, con tutti i suoi ingredienti ben visibili, per deliziare subito dopo anche il palato. Conosciuta anche come Letter Cake, Number Cake o più in generale Tart Cake per le sue infinite forme e infiniti modi di preparazione e farcitura, in poco tempo ha spopolato sui social network. A possederne il primato d’invenzione è l’israeliana Adi Klinghofer, conosciuta sul web come @adikosh123, una giovane e bravissima pasticcera che vive a Tel Aviv e crea delle Cream Tart davvero uniche e spettacolari.

In questa particolare ricorrenza della Festa della Mamma viene preparata da molti a forma di cuore a dimostrazione dell’amore e la devozione nei confronti della propria mamma.

Si tratta semplicemente di due basi di una pasta frolla morbida cosiddetta “sablè” aromatizzata alla vaniglia, che viene stesa e ritagliata tramite una sagoma cartacea nella forma che più si preferisce. Per i compleanni è doverosa e diffusa la forma dell’anno di compimento. La sablè è farcita poi sulla prima e seconda base di una fresca crema al mascarpone per essere decorata in superficie con tutto ciò che la festeggiata preferisce. Le decorazioni più di moda sono senz’altro i fiori edibili, i macaron o biscotti tratti dalla stessa sablè, frutti di bosco, fragole, meringhe colorate, cioccolatini. Quindi lettere, numeri, forme geometriche o cuori, come questa proposta, sono le basi per la torta più personalizzata che esista.

La ricetta della Cream Tart a forma di cuore

Come detto prima la ricetta originale della Cream tart prevede l’uso di una frolla molto friabile affinché la torta al momento del taglio non si sbricioli rovinando la meravigliosa decorazione. Questa friabilità accentuata è data da un quantitativo maggiore di burro rispetto alla classica pasta frolla. La crema al mascarpone è immediata e senza cottura.

Ingredienti per la base di sablè:
• 400 g di farina 00
• 250 g di burro morbido
• 2 uova intere
• 3 tuorli d’uovo
• 195 g di zucchero semolato
• 10 g di lievito per dolci
• 1 limone
• 1 cucchiaio di estratto di vaniglia o vanillina
• sale
per la crema al mascarpone:
• 250 g di mascarpone freddo di frigo
• 200 g di panna liquida fresca
• 90 g di zucchero a velo
per la decorazione :
fragole, lamponi, meringhe colorate, macaron, zuccherini a piacere.

Procedimento:
Iniziare preparando la pasta frolla morbida: lavorare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero , la buccia del limone e la vaniglia per ottenere un composto spumoso. Aggiungere poi le uova, una alla volta e montare con le fruste elettriche; inserire la farina, il lievito e un pizzico di sale. Impastare con le mani finché l’impasto risulti alla fine una palla compatta, morbida e liscia. Avvolgerla dunque in una pellicola e farla riposare in frigo per circa 2 ore. Mentre l’impasto riposa ci si può occupare della sagoma a cuore. Stamparla da PC oppure disegnarla a mano su un foglio A4. Ritagliarla dunque con cura e precisione. Trascorso il tempo di riposo mettere l’impasto sul piano di lavoro spolverato di farina e dividerlo a metà, una per ogni base. Stendere con il mattarello la prima base di un giusto spessore (circa 5-6 mm) direttamente sulla carta forno (altrimenti si rischia di deformarla trasferendola sulla teglia). Sovrapporre la sagoma di carta a cuore intagliando di conseguenza la sablè. Effettuare lo stesso procedimento con la seconda metà dell’impasto. Bucherellare le forme ottenute con la forchetta in modo che non si gonfi troppo in spessore. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 25 minuti. Non devono risultare troppo colorate. Una volta cotte far raffreddare completamente.

Quindi passare alla farcitura e decorazione della torta: prima di tutto preparare le decorazioni (fiori, meringhe, frutta di stagione o biscottini). Dopo montare in una ciotola la panna fredda di frigo insieme con lo zucchero a velo e in un altra ciotola il mascarpone per ammorbidirlo. Poi unire i due composti amalgamadoli dolcemente e lentamente con una spatola fino ad ottenere un composto spumoso, vellutato e ben denso. Inserirlo poi in una sac à poche. Mettere il primo cuore su un vassoio per dolci su cui si vuole presentare la Cream Tart e con la sac à poche cominciare a distribuire in piccoli ciuffi di crema lungo tutta la forma del cuore di base. Poi sovrapporre il secondo cuore a combaciare perfettamente e farcirlo nella stessa maniera del primo. Infine la parte più interessante e divertente: la decorazione. Si può sbizzarrire la propria fantasia in tanti modi cercando di creare qualcosa di armonico ed intrigante; in questo caso, per la festa della Mamma, si utilizzano fragole, lamponi, meringhe colorate, macaron, tutti ingredienti che richiamano il colore dell’amore e del sentimento materno. Ma si può decorare a piacimento con ciò che più piace alla festeggiata.

Consigli Utili

Si può cuocere la frolla e preparare la crema già il giorno prima e conservarla in un luogo asciutto e al coperto; mentre l’assemblaggio va assolutamente effettuato solo pochissime ore prime di servire la torta, soprattutto se si scelgono decorazioni che possono sciogliersi o rilasciare colore sulla crema di mascarpone. Un buon consiglio è senz’altro quello di utilizzare rigorosamente frutta di stagione. In questo periodo non si può assolutamente fare a meno delle fragole e di meravigliosi fiori commestibili.

Varianti della Cream Tart

• A volte si sceglie di preparare la Cream Tart con una pasta frolla detta “ovis mollis”: è un particolare tipo di pasta frolla preparata con i tuorli d’uovo sodi che vengono sbriciolati nell’impasto. Ha una consistenza molto morbida e il prodotto finale è molto friabile e scioglievole.
• La farina usata per la Cream Tart può anche essere mescolata con una parte di farina di mandorle per darle più aroma e morbidezza.
• Al posto della crema al mascarpone (o camy cream se aggiunta di latte condensato) si può usare una crema di latte (o yogurt) oppure una ben densa crema pasticcera o ancora una mousse al cioccolato o mousse di frutta fresca. Anche le ganache sono molto frequenti in questa torta.
• Altre decorazioni per altre ricorrenze possono essere gli smarties, frutta secca o disidratata, cioccolatini vari, granelle, polveri alimentari, spezie, scorza di agrumi, marshmallows e chi più ne ha più ne metta.
• Anche la versione salata della Cream Tart sta iniziando ad essere molto popolare, con una gustosa pasta frolla salata condita con ciuffi di crema al formaggio aromatizzato con erbette e decorazioni di salmone, pomodori secchi e rucola; oppure il condimento di ovoline di mozzarella con roselline di salame, pomodorini ciliegino freschi e foglioline di insalata.
Il Faro online – Clicca qui per leggere la Rubrica Cucina e Sapori.

Segui su ilfaroonline.it

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *