Riso Carnaroli al profumo di limone, avocado e cipollotto croccante

di Sara Galli

Riso Carnaroli al profumo di limone, avocado e cipollotto croccante

Ingredienti x 4 persone

320g riso Carnaroli
1/2 l circa brodo vegetale
Scorza e succo di 1 limone
250ml acqua
80g zucchero
Olio extravergine d’oliva q.b
50g burro
50g grana padano grattugiato
1 avocado maturo
1 cipollotto
Germogli per decorare

Preparazione

preparazione riso carnaroliPelare il limone e tagliare a julienne la scorza, bollirla per qualche minuto in 250 ml di acqua e 80 g di zucchero. Scolare e fare raffreddare.
Pelare l’avocado e frullarlo con poco sale e qualche goccia di limone, poi mettere in un sac a poche.

Tagliare il cipollotto a lamelle sottili e friggerlo per qualche minuto in abbondante olio a 160°.

In una casseruola tostare il riso a secco, aggiungere mano a mano il brodo vegetale caldo e cuocere per 8 minuti circa. Aggiungere parte della scorza di limone e terminare la cottura per altri 3/4 minuti.

Togliere dal fuoco e mantecare con burro, grana padano e qualche goccia di acqua  fredda. Impiattare il risotto appiattendolo bene, Decorare con ciuffi di crema di avocado, la scorza del limone a julienne, il cipollotto e qualche germoglio. Terminare con un filo di olio extravergine d’oliva.

Segui Fornelli d’Italia anche sulla pagina facebook https://www.facebook.com/fornelliditalia.it/

Sara Galli

Sara Galli, classe 1982, già da bambina dimostra una forte predisposizione per tutto quello che riguarda la cucina, Si iscrive alla scuola alberghiera e ottiene il diploma all’istituto Carlo Porta di Milano nel 2001. Dopo numerosi stage in hotel della zona, tra cui il Four seasons hotel con lo chef Sergio Mei, trova il primo impiego a Como come aiuto pasticcera e si trasferisce. Da questo momento i suoi dessert iniziano ad essere conosciuti sul lago e cresce professionalmente continuando a sperimentare tecniche nuove avvicinandosi anche al cake design.
La pasticceria però non è una vera e propria passione ma un passaggio obbligato per diventare secondo chef al ristorante Acqua dolce di Carate Urio prima e all’albergo Belvedere(ex locanda bonelli della soap vivere) di Torno poi fino ad arrivare ad oggi, dove è chef in un ristorante vicino al centro di Como dove la sua cucina classica ma con un tocco di modernità la fa da padrona… La locanda dei giurati.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *