Come preparare Frappè, Milkshake e Smoothies per una fresca bevanda dissetante

di Clarissa Montagna

Voglia di fresco? di bevande gustose e dissetanti? In estate non possono mancare assolutamente le tre varianti dello stesso drink analcolico, ovvero il frullato, nella versione Frappè, Milkshake o l’americano Smoothies. Cosa c’è di meglio, nelle calde giornate estive, di un bel bicchierone allegro e colorato di gustosa frutta. Una vagonata di vitamine ottime per rimettersi in pista, per combattere la torrida calura e compensare la spossatezza estiva. Con cannuccia o no e spopolando tra gli sportivi e non, queste bevande non passano mai di moda e sono sempre presenti nei cocktail menu di ogni bar o locale.

Ma qual è la differenza fra un Frappè, un Milkshake e uno Smoothies? La base è sempre il vecchio caro buon frullato di frutta e latte, proprio quello delle nostre merende da bambini, ma sono la composizione degli ingredienti e la modalità di preparazione a fare la differenza. Vediamo dunque di cosa si tratta.

Il Frappè

Dalla parola francese “colpire”, l’aggettivo frappé si usava inizialmente solo per la preparazione della gelée per indicare l’azione di essere “colpita dal gelo”, quindi ghiacciata. Oggi oramai è utilizzato per indicare la bevanda ottenuta agitando in un frullatore latte zuccherato misto ad altri ingredienti. Il componente, infatti, che contraddistingue il frappè dal classico frullato è il gelato, a volte sostituito dal ghiaccio tritato (o in aggiunta). Con il gelato infatti viene conferito al milkshake un aroma aggiuntivo e una consistenza più densa.

Il Milkshake

Dal nome inglese tradotto come “latte frullato”, il Milkshake è una sorta di evoluzione anglosassone del frappè. Gli ingredienti di base

sono gli stessi (gelato, latte e/o frullato di frutta) ma la combinazione viene accompagnata anche da altre componenti, come panna, granella di nocciole e cioccolato. Insomma, una variante ipercalorica e più sostanziosa per i palati più esigenti o golosi. Tantissime sono oggi le modalità di preparazione con tutta la frutta, le creme e gli aromi disponibili in natura. Senza dubbio è una bevanda che dona un’esplosione di colori e di sapore.

Lo Smoothies

Dagli Stati Uniti, negli ultimi anni è arrivata la versione americana dei frullati, gli Smoothies. Una variante forse un po’ più sana, stranamente (perché l’alimentazione americana è tutto tranne che sana), poiché viene eliminato il latte e il gelato sostituendoli con latte vegetale (di riso, di soia o il delizioso latte di mandorla) e con yogurt magro. A volte sono il risultato di mix di frutta (e anche di verdura) a cui viene aggiunta solo acqua o ghiaccio. Ottimo l’abbinamento al mango e al miele.

Per creare uno smoothie perfetto l’importante è fare attenzione alla sua consistenza, che deve essere vellutata e morbida, come fosse una crema da bere. Ancora diversi e più basilari sono i centrifugati che, invece, si compongono solo dell’estrazione pura e a freddo dei succhi della frutta o della verdura e che si preparano con uno strumento diverso dal frullatore, cioè la centrifuga.

Le Ricette classiche
Qui di seguito le classiche ricette base di frappè, milkshake e smoothie; ma in base a queste si può scegliere la formula che più piace con tutta la frutta (e verdura) di stagione, le creme, le spezie o quant’altro si preferisca per rinfrescarsi, ingolosire e sentirsi più leggeri.

Frappè alle fragole

Ingredienti

• 100 g di fragole
• 100 ml di latte fresco intero
• 1 cucchiaio di zucchero semolato ( o di canna)
• 3 cucchiai di gelato fior di latte ( o alla fragola)
• menta

Procedimento:

Lavare con cura le fragole facendo attenzione a non lasciarle in acqua. Asciugarle bene e tagliarle a pezzettini. Mettere nel frullatore le fragole, il latte, lo zucchero e il gelato. Frullare il tutto per qualche istante, e versare il composto ottenuto in un bicchiere. Decorare con una fragola e una fogliolina di menta, aggiungere eventualmente una cannuccia e servire immediatamente ben fresco.

Milkshake al cioccolato

Ingredienti:

• 250 g gelato al cioccolato
• 100 g latte intero (o latte di mandorle) freddo
• 20 g zucchero o un altro dolcificante a scelta
• 1 cucchiaino crema di nocciole
• scaglie di cioccolato fondente

Procedimento:

Versare il latte freddo, il gelato e tutti gli altri ingredienti in un mixer potente e frullare. Frullare fino ad ottenere la consistenza desiderata. In base ai gusti aggiungere altro latte e zucchero. Versare il milkshake al cioccolato in bicchieri, decorare con scaglie di cioccolato e servire subito. Se si preferisce un gusto più strong si può senz’altro aggiungere 40 g di cioccolato fondente agli ingredienti frullati.

Smootie all’ananas

Ingredienti

• 125 g di yogurt
• 300 g di ananas
• 1 pezzo di radice di curcuma
• 1 pezzo di radice di zenzero
• Succo di limone biologico
• 1 pizzico di pepe (facoltativo)

Preparazione:

Sbucciare le radici di curcuma e di zenzero e tagliarle a pezzetti. Pulire l’ananas eliminando la scorza ed il centro filoso. Tagliarla dunque a pezzi e mettere il tutto nel bicchiere di un frullatore. Aggiungere la curcuma, lo zenzero, il pepe ed il succo di mezzo limone. Frullare aggiungendo lo yogurt al naturale. Per beneficiare appieno delle proprietà della bevanda, si consiglia di consumarlo immediatamente. Per rendere ancora più fresco lo smoothie si possono aggiungere dei cubetti di ghiaccio.
E’ risaputo che l’ananas e la curcuma sono due preziosi alimenti che sia da soli che in abbinamento vantano proprietà diuretiche, depurative , antiossidanti e antinfiammatorie. In aggiunta allo zenzero questa bevanda si arricchisce anche di proprietà digestive.

Consigli utili

• Scegliere sempre frutta di stagione, al giusto grado di maturazione è più succosa e dolce, in questo modo si potrebbe anche evitare di aggiungere lo zucchero.
• La verdura, come carote e sedano, prezzemolo e basilico, cetriolo e pomodoro, possono donare un tocco di colore e sapore alla bevanda.
• Se ben lavata, la buccia della frutta (pesche , albicocche) è davvero salutare, ricca di fibre e vitamine aggiuntive.
• Durante la preparazione, per non surriscaldare il frullatore, fare sempre delle pause intermittenti.

Se sei un vero appassionato, clicca qui per visitare Clicca qui per leggere tutte la ribrica Cucina e Sapori de Il Faro online

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *