Come cucinare i carciofi: tutte le ricette e i consigli

di ricettedigusto.info
Come cucinare i carciofi: tutte le ricette e i consigli
Come cucinare i carciofi: tutte le ricette e i consigli

Come cucinare i carciofi, tutti i consigli e le preparazioni

I carciofi sono un ortaggio molto amato dagli Italiani ed in Inverno, quando sono di stagione, sono ospiti graditi in tutte le nostre cucine!
Il Carciofo è un ortaggio le cui origini sono, presumibilmente, siciliane, ma da secoli si è fatto apprezzare in tutte le zone del nostro paese. Cucinare i carciofi è una preparazione importante della tradizione culinaria italiana e regionale (vedi la tradizione Romana, ad esempio).
Esistono diverse varietà di carciofo, che si distinguono l’una con l’altra a seconda della presenza o meno di spine.
Questo ortaggio è ricco di proprietà nutrizionali ed è spesso usato, non solo in ambito culinario, ma anche come ingrediente per infusi diuretici e digestivi.
Il carciofo è un ortaggio invernale ed è caratterizzato da un sapore delicato, che lo rende particolarmente amato sia dai grandi che dai piccini.

Scopriamo allora insieme come portare a tavola il carciofo, valorizzandone il sapore nei nostri primi, secondi e contorni.

Come pulire i carciofi

Acquistate solamente carciofi che abbiano una consistenza soda e che abbiano le punte ancora ben chiuse. Assicuratevi anche che il gambo del carciofo sia lungo e non presenti ammaccature.
Detto questo, possiamo procedere alla pulizia dei carciofi. Per prima cosa, prima di iniziare a pulire i carciofi, ricordatevi sempre di indossare dei guanti da cucina.
in questo modo non vi annerirete le mani e non rischierete di pungervi con le spine delle foglie più esterne.
Ricordatevi inoltre di non lesinare con gli scarti dell’ortaggio. In quasi tutte le ricette che prevedono l’uso del carciofo, la parte di ortaggio che ci interessa è il “cuore”.
Per questo motivo, non abbiate paura nell’eliminare tutti gli strati più duri ed esterni del nostro carciofo.
Dopo aver eliminato le foglie più dure del nostro vegetale, procedete ad eliminare la parte finale e fibrosa del gambo.
Tagliate le punte del carciofo. 2cm di spuntatura andranno più che bene.
A questo punto, aprite a metà i carciofi e, su ogni metà ottenuta, procedete a fare un altro taglio nel mezzo. In questo modo avrete ottenuto quattro parti.
Eliminate la “barba” su tutte e quattro le parti del carciofo. Per chi non lo sapesse, la “Barba” (anche detto “Fieno”) del carciofo non è altro che la peluria interna all’ortaggio.
Tagliate i carciofi a fettine e lasciateli in ammollo 15-20 minuti in acqua e limone. Poi scolateli e utilizzateli secondo l’indicazioni della ricetta.

Come cucinare i carciofi

Adesso che avete pulito i vostri carciofi freschi, potete finalmente procedere alla realizzazione delle ricette. Se non avete idee su come cucinare i carciofi freschi, vi elencheremo qui sotto alcuni spunti, che sapranno come darvi soddisfazione:

Antipasti con i Carciofi

I carciofi sono ottimi anche crudi! Infatti, una volta puliti, non necessitano obbligatoriamente di essere cotti.
Per questo motivo, la prima ricetta che vi proponiamo è quella del Carpaccio di Carciofi.
Un altro modo per cucinare questi ortaggi è quello di fare i carciofi fritti, che possono essere serviti sia come antipasti, sia come contorno.
Un trucco per rendere perfetti i vostri carciofi, è fare una buona pastella per carciofi fritti croccanti

Primi piatti con i Carciofi

La mia voglia di pasta non conosce limiti e, in questo specifico articolo, voglio proporvi come cucinare velocemente un bel piatto di pasta ai carciofi.
Questo piatto di spaghetti richiede una preparazione molto facile e veloce. L’unica attenzione richiesta sta nella cottura dei carciofi, che devono essere croccanti quando li andiamo ad aggiungere alla pasta.
Un altro primo che mi sento di consigliarvi è il risotto con i carciofi, anche nella sua versione con carciofi e zafferano. Quest’ultima versione, anch’essa facile da fare, è uno dei piatti della Domenica, che cucino nel periodo invernale e che, ogni volta, riscuote un discreto successo.

carciofi alla giudia

Secondi piatti con i Carciofi

All’inizo di questo articolo vi accennavo qualcosa sulla Tradizione Romana e, proprio sui secondi piatti, la tradizione della capitale cala 2 carichi da novanta.
Infatti, tra i patrimoni culinari della tradizione, figurano sicuramente due pilastri come i Carciofi alla Giudia e i Carciofi alla Romana.
Uscendo da Roma, troviamo anche altre ricette di secondi piatti a base di carciofo. La prossima preparazione che vi propongo è una ricetta molto facile e salutare: i carciofi in umido. Questa ricetta richiede davvero pochi ingredienti e, in più, è anche un tocca sana per la linea. Provare per Credere.

Contorni con i Carciofi

In Inverno e Primavera i contorni con i carciofi sono i miei preferiti! Voglio condividere con voi alcune delle preparazione che preferisco.
I carciofi al forno e i carciofi in padella gratinati. Anche queste preparazioni sono salutari e, soprattutto, richiedono davvero pochi ingredienti.
Oltre ai caciofi e il limone che serve durante la pulizia, queste preparazioni hanno bisogno solamente di un filo d’olio evo, un po’ di aglio, pepe e prezzemolo ( un po’ di pangrattato per la gratinatura dei carciofi in forno).

Come si conservano i carciofi

I carciofi hanno un tempo di conservazione breve. Una volta che saranno puliti, anche quando cotti, i carciofi devono essere consumati nel breve periodo. Si consiglia di conservare i carciofi in frigorifero per non più di 4 o 5 giorni. Se volete conservarli più a lungo, i cariofi possono essere messi nel freezer (anche cotti). In questo modo si conserveranno per circa due mesi.
Siete golosi di carciofi e non potete farne a meno per tutto l’anno, anche quando questi ortaggi non sono di stagione? nessun problema. I carciofi si conservano a lungo se li preparate sott’olio.

Come Cucinare i Carciofi

Tempo di preparazione: PT1H

Tempo di cottura: PT1H

Tempo totale: PT2H

La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO

Segui su ricettedigusto.info

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *