Chef Hiro ad Acadèmia: dettagli e curiosità

di chefincamicia.com
Chef in Camicia
Chef in Camicia

La cucina giapponese non è mai stata così vicina con il corso Acadèmia di Chef Hiro. Scopri tutti i trucchi per cucinare il sushi in casa.

 

Chef Hiro, con il suo corso Acadèmia Chef in Camicia, ci insegna come portare la cucina giapponese sulle nostre tavole. Ma soprattutto come preparare il sushi in casa, il piatto nipponico di cui siamo tutti super ghiotti.

 

 

 

Come fare il riso per il sushi

Non c’è cosa peggiore del riso giapponese cotto male, ma Chef Hiro ci insegna due segreti: non cuocere la salsa (come consigliano tutte le ricette per sushi) per non perdere i profumi e per incorporarla utilizzate la tecnica del taglio. In questo modo i chicchi non verranno rotti, il riso non sarà elastico e otterrete il sumeshi perfetto.

 

Sushi e sashimi fatti in casa

Sushi e sashimi hanno conquistato lo stomaco di tutti, ma farlo in casa è una bela sfida. Se è fondamentale partire da un sumeshi perfetto, lo è altrettanto imparare a sfilettare e tagliare il pesce. E di tagli giapponesi ce ne sono moltissimi (nigiri, tira zukuri, usu zukuri, hana zukuri,…), ma per tutti c’è un tratto in comune: per rispettare il sacrificio tenete la testa del pesce alla vostra sinistra.

 

chef hiro academia chef in camicia

 

 

Tataki e teriyaki di Chef Hiro

A chi non ama il pesce crudo, ma non solo, sono dedicati due piatti: tataki e teryiaki. Il tataki, forse meno conosciuto in Italia, è il pesce cotto sulla griglia tradizionale giapponese con carbone vegetale. La particolarità è che viene infilzato con sottili spiedini di metallo che vanno sfilati delicatamente per non rompere la polpa del pesce (è sufficiente rotearli). Il teryiaki, invece, è il trancio di pesce caramellizzato in padella con la salsa di soia. E anche per questo piatto c’è un trucco: eliminare l’olio di cottura prima di procedere con la caramellizzazione.

 

La zuppa di miso giapponese

Tutti conoscono la zuppa di miso, ma pochi forse sanno che cos’è e come si cucina. Il miso è composto da fagioli di soia e lievito di riso e ne esistono diverse varietà, tra cui: miso rosso, miso bianco e miso giallo. Per avere un risultato eccezionale è importante aggiungerlo a fine cottura per non perdere tutti i profumi.

 

chef hiro academia chef in camicia

 

 

Tempura e i trucchi della pastella

La tempura giapponese mette d’accordo ogni palato: è leggera, delicata e croccante. Il trucco sta nella realizzazione della pastella perfetta: utilizzate farina di grano tenero (deve essere molto debole, perché troppo glutine renderebbe il fritto elastico), preferite acqua naturale e non aggiungete troppo uovo. Un consiglio in più di Chef Hiro è infarinare leggermente gli ingredienti prima di passarli nella pastella perché in questo modo conservano l’umidità al loro interno.

 

Pollo e maiale nella cucina giapponese

Forse non basterebbero mesi di lezioni sulla cucina giapponese, ma Chef Hiro per concludere il corso Acadèmia ci delizia con due piatti tradizionali a base di carne: yakitori e kakuni. Gli yakitori sono spiedini a base di pollo (coscia, petto e macinato) cotti alla griglia. Un trucco? Lasciate spazio tra un pezzo di carne e l’altro per ottimizzare la cottura. Il kakuni, invece, è il famosissimo e buonissimo stufato di pancetta di maiale. Per questo piatto armatevi di pazienza, non tanto per i tempi di cottura, quanto provare a resistere alla tentazione di mangiarlo tutto.

 

https://www.youtube.com/watch?v=/j13rzFgxfXc

Segui su chefincamicia.com

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *